BLUCELESTI

Pro Vercelli – Lecco 1-1: Capogna segna, Rosso su rigore risponde

PRO VERCELLI – LECCO 1-1
Capogna (L) all’8’; Rosso (PV) al 44’ su rigore

Un punto importante, che vale molto, ma che al tempo stesso lascia un po’ di rammarico. Il vantaggio iniziale firmato da Capogna e l’autoritaria gestione in difesa, infatti, avevano fatto sperare nel bottino pieno che purtroppo non è arrivato. Il rigore subito al 44’ del primo tempo, dopo gli sviluppi di un calcio d’angolo da rivedere, ha complicato i piani del Lecco, che nella ripresa non è riuscito a trovare il raddoppio con l’uomo in più. Al 58’, infatti, Quagliata entra fuori tempo su Carissoni, centrando in pieno volto il laterale destro. Le occasioni per il 2 a 1 non mancano, ma Saro si supera, in particolare su Fall a tempo ormai scaduto e mette in ghiaccio il risultato.

Il match si sblocca di fatto alla prima e vera occasione. Malgrati lancia lungo per Pastore, bravo a bruciare sul tempo Azzi e a servire con un lob Capogna al centro dell’area. Per l’attaccante bluceleste è semplice appoggiare il pallone di testa in rete e firmare così il vantaggio per 1 a 0. I blucelesti si fanno vedere ancora poco dopo con Strambelli, ma la conclusione del neo-numero 10 è alta sopra la traversa. I padroni di casa provano a organizzarsi e a recuperare lo svantaggio, senza riuscire a creare azioni degne di nota, perché la squadra di D’Agostino è quadrata. Al 24’ Bobb scalda i guanti di Saro con una conclusione troppo centrale per impensierire il giovane estremo difensore. Non succede molto fino a quando al 43’ l’arbitro Costanza indica il dischetto e il rigore a favore dei piemontesi. Dagli undici metri Rosso è glaciale, Safarikas intuisce ma non ci arriva. È 1 a 1 proprio sullo scadere della prima frazione di gioco.

Nella ripresa succede veramente di tutto: Quagliata entra a gamba altissima su Carissoni, colpendolo in pieno volto. Il laterale bluceleste si rialza dopo qualche minuto, ma è costretto a uscire dal campo. L’arbitro non ha dubbi, cartellino rosso per l’autore del fallo. Il Lecco aumenta il forcing e sull’asse di destra cerca di costruire le occasioni più pericolose con Strambelli e Giudici. Al 72’ Capogna trova la deviazione verso la porta, ma il tiro è troppo debole. D’Anna obbliga Saro a rifugiarsi in angolo, mentre nel recupero Fall chiama al miracolo l’estremo difensore piemontese, che viene successivamente salvato da un suo compagno di squadra sul tiro ravvicinato di Pastore a botta sicura. Nell’ultimo minuto di recupero gli animi si accendono ulteriormente e a farne le spese è Moleri, che viene espulso dall’arbitro prima del triplice fischio che sancisce il pareggio.

Mister D’Agostino in conferenza stampa analizza così il match: «Nel secondo tempo abbiamo avuto le occasioni per trovare la giocata vincente. Dispiace per Moleri, perché deve imparare a gestire la propria foga. È un sanguigno, ma deve capire che quello che ha fatto non va bene. La lucidità sta anche lì. Al di là di tutto abbiamo affrontato una squadra che gioca a ritmi alti e dopo un mese di pausa sono soddisfatto da quanto visto dai miei. Rimane il rammarico perché in 10 contro 11 potevamo fare di più. Ho massima fiducia nella Società che sa dove intervenire e continuo a lavorare con questi ragazzi con i quali abbiamo creato un bellissimo gruppo. Chi arriva deve farsi trovare mentalmente. Moleri sarà senza dubbio un’assenza pesante. In 10 contro 11 abbiamo cercato di costruire sul nostro lato destro perché Giudici aveva la gamba più fresca.

 

TABELLINO

PRO VERCELLI (4-3-3): Saro, Masi, Quagliata, Auriletto, Graziano, Comi, Rosso (Mal dal 73’), Grossi (Bani dal 73’), Azzi (Franchino dal 63’), Iezzi, Varas (Romairone dal 73’). A disposizione: Moschin, Foglia, Erradi, Ciceri, Della Morte, Carosso, Merio, Vetri. Allenatore: Alberto Gilardino.

LECCO (3-4-2-1): Safarikas; Procopio, Malgrati, Merli Sala; Pastore, Bobb (Marchesi dall’86’), Moleri, Carissoni (Giudici dal 61’); D’Anna (Negro dall’86’), Strambelli; Capogna (Fall dal 73’). A disposizione: Jusufi, Pulze, Lisai, Maffei, Nacci, Bastrini. Allenatore: Gaetano D’Agostino.

Ammoniti: Bani per la Pro Vercelli; Capogna, Strambelli, Moleri per il Lecco.
Espulsi: Quagliata della Pro Vercelli al 58’ per gioco scorretto e Moleri del Lecco al 90’+6 per fallo di reazione. 

Arbitro: Sig. Antonino Costanza (Agrigento)
Assistenti: Sig. Domenico Castro (Livorno) – Sig. Lorenzo Guggioli (Grosseto)