BLUCELESTI

Novara-Lecco

Novara – Lecco 3-0: pomeriggio storto per i blucelesti al “Silvio Piola”

NOVARA – LECCO 3-0
Migliorini (N) al 5’; Zunno (N) al 45’+2; Panico (N) al 64’

Si interrompe dopo undici risultati positivi consecutivi la striscia della Calcio Lecco che cade per la prima volta in questo 2021. Al Silvio Piola di Novara finisce 3 a 0 per i padroni di casa, che vincono un match fondamentale per la loro rincorsa alla salvezza. Il gol iniziale di Migliorini dopo cinque minuti complica incredibilmente la partita dei blucelesti che non riescono a sfruttare le poche occasioni create, tra cui quella clamorosa al 36’ con Capogna che viene fermato per due volte in area piccola proprio sul più bello. Il gol del raddoppio di Zunno, maturato qualche secondo oltre il recupero, taglia di fatto le gambe al Lecco. L’assalto nella ripresa parte immediatamente, ma dopo un forcing iniziale è ancora il Novara a passare, questa volta in contropiede con Panico. Per i blucelesti arriva così una sconfitta che non deve far crollare tutto ciò che di buono si è visto sinora, perché sabato prossimo al Rigamonti-Ceppi arriverà il Grosseto.

 

Cronaca primo tempo:

Inizio da incubo per i blucelesti con il Novara che parte con l’argento vivo nelle gambe. Lanini da punizione impegna al 5’ Pissardo, costretto a deviare in angolo. Proprio dagli sviluppi del corner, il pallone arriva a Migliorini che in girata con il mancino firma l’1 a 0. Il Lecco sembra stordito e un paio di minuti più tardi è Collodel a provarci dalla distanza: tiro smorzato e bloccato da Pissardo. I blucelesti si fanno vedere al 16’ con Capogna, ma il colpo di testa è troppo debole per impensierire Lanni. Al 25’ azione in fotocopia e ancora Lanni che blocca agilmente. Il Lecco cresce e inizia a prendere le misure al Novara. Al 36’ infatti arriva l’occasionissima sui piedi di Capogna, ma prima Lanni e poi una gamba di un difensore piemontese impediscono all’attaccante di impattare il match. Il primo tempo non sembra aver più niente da dire, ma non per Zunno che ci crede e si invola nel recupero fino al limite dell’area di rigore. Piccola giravolta su sé stesso e palla in buco ad angolo per il 2 a 0 proprio qualche secondo prima che l’arbitro fischiasse per due volte con un leggero ritardo.

 

Cronaca secondo tempo:

Il Lecco si fa vedere subito con Mangni, ma il tiro al volo del 10 finisce è impreciso. Il Novara risponde ancora con Zunno, che come nel primo tempo, si rende pericoloso dal limite dell’area con un tiro a incrociare. Al 64’ arriva la doccia fredda per gli uomini di D’Agostino che incassano il terzo gol. Stop d’autore di Panico che rientra sul destro e colpisce in pieno la schiena di Malgrati, palla ancora a Panico che approfitta di un Pissardo fuori posizione dopo il primo tiro per trovare l’angolino basso. 3 a 0 e punto esclamativo sulla vittoria del Novara.

 

TABELLINO

NOVARA (4-2-3-1): Lanni, Fogliano, Corsinelli (Lamanna dal 74’), Schiavi, Lanini, Panico, Migliorini (Buzzegoli dal 68’), Collodel, Zunno (Cisco dal 74’), Piscitella (Malotti dal 61’), Colombini (Bellich dal 68’). A disposizione: Desjardinis, Moreo, Gonzalez, Pagani, Bianchi, Rossetti, Pellegrini. Allenatore: Simone Banchieri.

LECCO (3-4-2-1): Pissardo; Celjak, Malgrati, Cauz (Nannini dal 74’); Masini (Marzorati dal 46’), Bolzoni (Marotta dal 60’), Foglia (Lora dal 74’), Azzi; Iocolano, Mangni (Emmausso dal 69’); Capogna. A disposizione: Borsellini, Liguori, Purro, Nesta, Moleri, Raggio, Capoferri. Allenatore: Gaetano D’Agostino.

Ammoniti: Malgrati, Nannini per il Lecco.
Espulsi: Nessuno.

Arbitro: Sig. Daniele De Tommaso (Rimini)
Assistenti: Sig. Domenico Castro (Livorno) – Sig. Lorenzo Giuggioli (Grosseto)
IV Ufficiale: Sig. Matteo Compagni (Firenze)