BLUCELESTI

Mister D’Agostino si presenta: «Ogni partita va approcciata per vincere»

È il giorno di Gaetano D’Agostino, nuovo allenatore della Calcio Lecco 1912 che è stato presentato alla stampa nel pomeriggio.
A introdurre nel mondo bluceleste il mister è il Direttore Generale Angelo Maiolo, che elogia le qualità di D’Agostino: «Siamo molto contenti di avere mister D’Agostino che abbiamo già cercato in passato, ma che purtroppo era impegnato. Ora è a Lecco e ne siamo felici, perché è un professionista che non ha bisogno di presentazioni dal momento che è stato un grande giocatore».

Ecco le prime parole di Gaetano D’Agostino da allenatore del Lecco: «Di sicuro abbiamo lavorato sotto l’aspetto mentale e l’approccio che voglio vedere è quello. Mi piacciono squadre aggressive, molto offensive. Le partite vanno affrontate con il giusto spirito, vorrei che la mia squadra giocasse sempre per uscire dal campo con il bottino pieno, ma senza frenesia perché vorrei vedere 90 minuti senza troppi alti e bassi. Il Lecco l’ho già visto quest’anno in qualche occasione e credo che la squadra debba ancora esprimere tutto il proprio valore. Le gambe devono lavorare con la testa, perché poi c’è il rischio di prendere gol negli ultimi minuti e non può essere solo sfortuna».

Alla domanda di cosa ne pensa dell’organico del Lecco, D’Agostino inquadra così la situazione: «Io non ho letto i giornali prima di venire qua perché vivevo a Roma. Ho visto delle partite del Lecco, ma come ne ho viste altre di squadre differenti. Abbiamo in rosa 30 giocatori e li ringrazio perché comunque lottano per questa maglia. Ma un giocatore per me è quello che va a giocare. La Società mi ha dato la possibilità di scegliere. I ragazzi che ho visto sono tutti dei grandi professionisti e ho chiesto del tempo per fare delle scelte. Ho parlato molto con la Società perché il lavoro quotidiano è importante, ma non ho fatto richieste particolari per altri acquisti perché il numero è già elevato e quindi al massimo verrà fatta una scrematura. Non mi hanno imposto nulla, ma mi hanno dato tempo per valutare. Altri acquisti creerebbero solo confusioni».

Su schemi e tattiche D’Agostino preferisce non sbilanciarsi: «Modulo? Se devo fare un favore agli avversari dico 3-5-2, ma vorrei dare meno informazioni agli avversari. Comunque stiamo lavorando sul 4-3-3, ma il modulo per me deve essere adattato in base alle caratteristiche dei giocatori, perché se non lo adatto non tiro fuori il meglio delle loro caratteristiche. Voglio vivere l’ambiente, lavorare e curare i dettagli. Ringrazio l’Alessandria, perché è stata sempre una esperienza. Io ho chiesto al Lecco di lavorare e mettermi in gioco».

Presente alla conferenza anche il Direttore Tecnico Francesco Filucchi: «Quando inizi un progetto tecnico hai assoluta convinzione in quello che stai facendo. La Società poi ha deciso di cambiare allenatore e da parte nostra c’è comunque grande entusiasmo. Riteniamo mister D’Agostino serio, preparato e ambizioso. Ha una grande cultura del lavoro e sono sicuro che ci toglieremo molte soddisfazioni. Farò da tramite per il mister con la Società perché crediamo fortemente in questo progetto e cercheremo di mettere l’allenatore sempre nelle condizioni di fare bene».