BLUCELESTI

Lecco-Renate

Lecco – Renate 2-1: rimonta incredibile nel finale per i blucelesti

LECCO – RENATE 2-1
Galuppini (R) al 7’; Cauz (L) all’81’; Iocolano (L) all’88’

È goduria bluceleste al triplice fischio finale. Negli ultimi dieci minuti Cauz e Iocolano ribaltano le sorti di un match ben giocato e che ha messo di fronte due squadre vogliose di portarsi a casa i tre punti. Ma in questo periodo il cuore bluceleste è troppo anche per un Renate, che dimostra comunque il perché della sua posizione di classifica. Gli uomini di D’Agostino ci credono fino alla fine e confezionano la rimonta più bella, nonostante lo svantaggio subìto dopo pochissimi minuti. Dopo il 70’ arriva la svolta, quella che mister D’Agostino nel post-partita spiega come “evoluzione da gruppo a famiglia”; quella volontà di non arrendersi mai che permette al Lecco di sferzare al Renate i suoi colpi più duri. I nerazzurri incassano come un pugile intontito il forcing dei blucelesti, in grado di creare tre palle gol nitidissime dall’81’ all’88’. Onore agli ospiti per quanto dimostrato in campo, perché un gol e due traverse non si creano dal nulla, ma oggi per battere questo Lecco ci voleva un qualcosa ancora di più.

 

Cronaca primo tempo:

Ritmo altissimo sin dal primo minuto di gioco. Kabashi ci prova immediatamente, Azzi prova a rispondere per il Lecco. Al 4’ Nocciolini vede Pissardo fuori dalla porta e ci prova da centrocampo, ma il numero uno bluceleste non si fa sorprendere e para facilmente. Al 7’ ecco arrivare l’episodio che sblocca l’andamento del match. Galuppini scappa via centralmente e serve sulla sinistra per Nocciolini che gli restituisce il pallone. Il nerazzurro con il mancino insacca e porta in vantaggio il Renate. Gli uomini di D’Agostino si riorganizzano e al 14’ obbligano Gemello ad allungarsi sulla sinistra dopo il colpo di testa di Iocolano. Le emozioni non mancano al Rigamonti-Ceppi: al 25’ Merletti si lancia in tuffo e centra in pieno la traversa, sulla ribattuta Nocciolini è il più lesto di tutti e insacca. La bandierina del guardalinee si alza e l’arbitro annulla per fuorigioco. Prima del duplice fischio c’è ancora spazio per un’azione bluceleste che si concretizza sull’asse Azzi-Capogna, con il brasiliano che non riesce a trovare la porta per pochissimi centimetri.

 

Cronaca secondo tempo:

Ancora Renate nelle primissime battute della ripresa. Punizione dal limite di Galuppini che colpisce centralmente la traversa e altro brivido per il Lecco, che prova a farsi vedere successivamente con Foglia. Tiro troppo centrale per impensierire Gemello. D’Agostino cambia assetto e inserisce Mangni e Masini al posto di Capogna e Merli Sala, dopo che già era entrato Liguori per Marotta. Le scelte pagano perché i blucelesti cambiano marcia. Marzorati con una sciabolata morbida pesca Azzi, impreciso nel dare potenza al suo colpo di testa. Il Renate è pericoloso solo sui calci piazzati con gli specialisti che si ritrova in rosa. Dai trenta metri Kabashi dà l’illusione del gol, ma la rete si gonfia dall’altra parte del campo all’81’. Foglia da punizione pennella per il colpo di testa di Cauz che pareggia il match. Il Lecco ci crede e quattro minuti più tardi il tiro-cross di Mangni si trasforma in un passaggio al bacio per Liguori che spreca da ottima posizione. Il Renate è alle corde, Cauz recupera palla al limite dell’area di rigore, serve Iocolano al centro dell’area, diagonale e gol. Tutta la panchina del Lecco si ritrova a festeggiare una rimonta insperata, ma fortemente voluta. Nei quattro minuti di recupero, diventati poi cinque, non succede più nulla e il Lecco si porta a casa altri tre punti e l’undicesimo risultato utile consecutivo.

 

TABELLINO

LECCO (3-5-2): Pissardo; Merli Sala (Masini dal 72’), Marzorati, Cauz; Celjak, Bolzoni (Lora dall’84’), Marotta (Liguori dal 57’), Foglia, Azzi; Iocolano, Capogna (Mangni dal 72’). A disposizione: Borsellini, Malgrati, Nannini, Emmausso, Nesta, Moleri, Raggio, Capoferri. Allenatore: Gaetano D’Agostino.

RENATE (3-4-1-2): Gemello; Merletti, Damonte, Possenti; Anghileri, Ranieri, Kabashi, Rada; Galuppini (Marano dal 69’), Nocciolini (Giovinco dall’84’), Maistrello. A disposizione: Bagheria, Santovito, Magli, Vicente, Lakti, Burgio, Silva. Allenatore: Aimo Diana.

Ammoniti: Foglia. Celjak, Merli Sala, Capogna (dalla panchina), D’Agostino (allenatore) per il Lecco; Diana (allenatore) per il Renate.
Espulsi: Nessuno.

Arbitro: Sig. Davide Moriconi (Roma 2)
Assistenti: Sig. Marco Lencioni (Lucca) – Sig. Luca Testi (Livorno)
IV Ufficiale: Sig. Francesco Luciani (Roma 1)