BLUCELESTI

Lecco---Piacenza

Lecco – Piacenza 2-4: sconfitta interna per i blucelesti

LECCO – PIACENZA 2-4
Gonzi (P) al 21’; Corradi (P) al 40’ su rigore; Ghisleni (P) al 52’; Corradi (P) al 58’; Mastroianni (L) all’81’; Purro (L) al 90’+3

Sconfitta casalinga per la Calcio Lecco, che cade al Rigamonti-Ceppi contro il Piacenza per 2 a 4. Un risultato pesante, se non altro per il numero di reti subite, che non deve lasciare strascichi per il futuro. I blucelesti nel primo tempo provano a costruire e a far gioco, ma è il Piacenza a passare per due volte, complicando inevitabilmente la partita dei ragazzi di mister D’Agostino. Nella ripresa l’approccio è quello corretto, ma la traversa spegne gli entusiasmi dei tifosi del Rigamonti-Ceppi che vedono altri due gol entrare nella porta difesa da Bertinato. La reazione arriva, ma è tardiva perché Mastroianni incorna il 4 a 1 solo all’81’ e nel recupero Purro, con un bel tiro a giro di destro, trova la sua prima rete in maglia bluceleste, ma non basta per salvare il risultato.

 

Cronaca primo tempo:

Ritorna Galli in mezzo al campo per il Lecco, che parte con il piede sull’acceleratore grazie alla conclusione di Moleri al 4’ che si spegne sul fondo. Al 16’ i blucelesti reclamano un rigore per un contatto in area di rigore con protagonisti Bruzzone e D’Anna, ma per il direttore di gioco non c’è nulla. Poco dopo è ancora il Lecco con Nesta a impensierire Vettorel che para centralmente, ma sono gli ospiti a trovare il vantaggio. Al 21’ Gonzi di testa svetta sopra tutti e supera Bertinato, con un colpo ben indirizzato che sbatte sul palo prima di gonfiare la rete. Un gol inaspettato, che non disunisce il Lecco, che al 25’ ci prova con Capogna, anticipato di piede da Vettorel in uscita. Gli emiliani si fanno vedere con l’autore del gol Gonzi, ma Bertinato è attento e blocca. Al 40’ l’arbitro assegna un rigore per il Piacenza dopo un mani in area di Celjak. Dal dischetto Corradi si fa quasi parare il penalty da Bertinato che tocca, ma non abbastanza per evitare il raddoppio piacentino. La squadra di D’Agostino ha poi due occasioni per accorciare le distanze, prima con Capogna e poi con Giudici, ma il risultato all’intervallo è di 0 a 2.

 

Cronaca secondo tempo:

Nella ripresa il Lecco sfiora immediatamente la rete con Marzorati che colpisce in pieno la traversa sull’angolo calciato da Giudici. Ma esattamente come nel primo tempo, a passare è il Piacenza. Ghisleni viene imbeccato dentro l’area di rigore, stop e tiro che non lascia scampo a Bertinato per il 3 a 0. Poco dopo gli emiliani dilagano trovando la quarta rete con Corradi che da punizione fa esultare i suoi. Nel finale il Lecco prova a ridurre il passivo e lo fa grazie all’imperioso stacco di Mastroianni che vale l’1 a 4. Nel recupero c’è gioia anche per Purro che firma il 2 a 4 finale con un bel tiro di destro dentro l’area di rigore.

 

Dichiarazioni post-partita

Mister D’Agostino in conferenza stampa analizza così il match: «Stiamo costruendo un mattoncino per volta perché quando arriva una scossa di terremoto dobbiamo essere pronti. Oggi è arrivata la scossa e io reputo i miei giocatori uomini con attributi. Si perde e so di avere a disposizione gli uomini, ho rodimento per la sconfitta, ma ho degli uomini. Abbiamo concesso quattro occasioni al Piacenza e loro ne hanno approfittato. La squadra forte però la si vede nelle difficoltà, perché quando si vince si è tutti sul carro e io oggi voglio rimanere da solo con la mia squadra. Il tifoso lecchese non giudica il risultato, ma vuole l’atteggiamento guerriero e noi dobbiamo lavorare per riportarlo in campo. Consideriamo che siamo in tempo per riprendere il nostro cammino, perché ogni squadra ha i suoi momenti negativi e rimaniamo comunque a tre punti dalla vetta».

 

TABELLINO

LECCO (3-4-1-2): Bertinato; Celjak, Marzorati, Capoferri; Nesta, Galli, Moleri (Marotta dal 56’), Giudici (Purro dal 71’); D’Anna (Kaprof dal 56’); Mangni (Mastroianni dal 71’), Capogna (Lora dal 62’). A disposizione: Pissardo, Malgrati, Porru, Merli Sala, Haidara, Raggio, Bolzoni. Allenatore: Gaetano D’Agostino.

PIACENZA (4-3-2-1): Vettorel, Bruzzone, Corradi (Miceli dal 64’), Palma, Battistini (Saputo dall’82’), Corbari (Ballarini dal 72’), Ghisleni (Maritato dal 64’), Galazzi, Gonzi, Visconti (Renolfi dall’82’), Simonetti. A disposizione: Stucchi, Martimbianco, D’Iglio, Pedone, Lamesta, Babbi, Villanova. Allenatore: Manuel Lunardon.

Ammoniti: Kaprof, Marzorati per il Lecco; Corbari, Renolfi per il Piacenza.
Espulsi: Nessuno.

Arbitro: Sig. Davide Di Marco (Ciampino)
Assistenti: Sig. Emanuele Bocca (Caserta) – Sig. Rosario Antonio Grasso (Acireale)
IV Ufficiale: Sig. Eugenio Scarpa (Collegno)

Spettatori: 650