BLUCELESTI

Lecco – Pergolettese 3-1: Doppio Carissoni e D’Anna fanno volare le aquile

LECCO – PERGOLETTESE 3-1
Carissoni (L) al 16’; D’Anna (L) al 23’; Carissoni (L) al 38’; Morello (P) al 48’

Il Lecco vince una sfida decisiva in chiave salvezza per 3 a 1 contro una Pergolettese inerme nella prima frazione. Merito di un ottimo Lecco esaltato dalle scorribande di Giudici e Strambelli, che hanno portato alle reti di D’Anna e Carissoni. Per l’esterno classe ’97 la gioia è doppia, perché dopo la prima rete in maglia bluceleste, arriva anche la seconda e il suo urlo liberatorio è l’immagine di questa squadra. Una formazione che, tolta la parentesi di Monza, sta dimostrando come potenziale di non meritarsi la posizione di classifica in cui si ritrova. Anche se c’è da dire che nella ripresa la Pergolettese è andata a mettere in evidenza ancora qualche aspetto da migliorare tra gli uomini di mister D’Agostino, in vista dei prossimi impegni di campionato.

La Pergolettese parte grintosa con Bortoluz, che si libera di Bastrini e calcia in porta colpendo il palo, ma il guardalinee alza la bandierina di segnalazione di offside. Se si esclude questa occasione, i primi minuti della partita sono bloccati e privi di occasioni offensive, a prova del fatto che la partita è importantissima per entrambe le compagini. A rompere l’inerzia è il solito Strambelli che fa partire una conclusione forte e precisa dal limite dell’area che trova prima una deviazione di Romboli prima e poi la respinta della traversa. Il Lecco alza il ritmo e la Pergolettese sembra stordita, soprattutto sulla fascia di sinistra, dove al 16’ l’asse Giudici-D’Anna procura un cross per Capogna, trovando una deviazione fortunosa verso Carissoni che realizza la prima gioia personale del campionato, Lecco 1 Pergolettese 0.

Al minuto 23’ ecco il raddoppio: Strambelli pennella verso D’Anna che raggiunge l’area di rigore, Romboli esce in ritardo e il pallone lo supera, Lecco 2 Pergolettese 0. Gli ospiti non riescono a reagire e il centrocampo lecchese legittima il vantaggio con un possesso avvolgente. Strambelli va due volte vicino al gol: prima con una traiettoria verso il centro deviata in corner e, qualche minuto dopo, con una grande conclusione che sfiora il palo alla sinistra di Romboli. Al 38’ è ancora il Lecco a scatenarsi: Giudici si lancia in una sgroppata sulla sinistra e mette in mezzo un assist al bacio per Carissoni che trova la doppietta, Lecco 3 Pergolettese 0. Il primo tempo si chiude con un Lecco praticamente perfetto.

L’inizio della ripresa propone un copione completamente diverso da quello visto nel primo tempo. La Pergolettese entra in campo con un piglio diverso e trova immediatamente il gol che riaccorcia le distanze grazie a Morello, bravo a raccogliere la palla spazzata dalla difesa lecchese e a battere Livieri per il 3 a 1. La Pergolettese è un fiume in piena e il Lecco troppo passivo. I gialloblu vanno vicinissimi al 3-2 con Franchi che calcia in porta trovando una grande parata di Livieri. Poco dopo è Villa a battere in porta su schema da corner, ma la palla esce nettamente fuori. La Pergolettese insiste con un gioco avvolgente e ordinato, all’opposto di quanto visto nel primo tempo, il che costringe il Lecco a cambiare le carte. Fuori Capogna e Strambelli, dentro Fall e Moleri per mutare il modulo in un 3-5-2.

Con il cambio formazione il Lecco sembra trovare un migliore equilibrio, ma sono sempre gli ospiti a provarci. Al 74’ la Pergolettese segna la rete che riaccorcia le distanze con Bakayoko, ma il gol viene annullato per fuorigioco. Continuano le scorribande gialloblu, al 79’ con Morello che calcia fortissimo verso la porta, ma Merli Sala salva i blucelesti. Durante il forcing finale degli ospiti, i blucelesti hanno la ghiotta occasione per chiudere definitivamente i conti: Bobb lancia lungo per Fall che si trova solo davanti al portiere avversario. Il tiro del senegalese si stampa sul palo e la partita rimane riaperta, anche se nel finale non succede più molto e il Lecco si porta a casa una vittoria preziosissima.

D’Agostino in conferenza stampa analizza la vittoria con grande soddisfazione per il risultato: «Intanto abbiamo vinto e questo è fondamentale. Dobbiamo levarci questo vizio di rilassarci troppo, però è andata bene dai. Nel secondo tempo ho dovuto cambiare qualcosa per qualche problema fisico e forse abbiamo rischiato più di quanto mi aspettassi. È una partita che doveva finire 4 a 0 nella mentalità e nella gestione. Invece abbiamo dato campo alla Pergolettese. Il nostro è un modulo dove gli esterni in fase offensiva vanno a creare occasioni importanti. Carissoni si è trovato tante volte nella posizione per fare gol, con l’Arezzo aveva segnato Procopio. È una nostra prerogativa quella di attaccare con tanti uomini e colpire poi con gli esterni».

 

TABELLINO

LECCO (3-4-2-1): Livieri; Bastrini, Malgrati, Merli Sala; Giudici, Bobb, Bolzoni, Carissoni; D’Anna (Cheddira dal 91’), Strambelli (Moleri dal 65’); Capogna (Fall dal 65’). A disposizione: Safarikas, Agostinone, Milillo, Migliorini, Forte, Procopio, Lisai, Pastore, Negro. Allenatore: Gaetano D’Agostino.

PERGOLETTESE (4-2-3-1): Romboli; Villa, Panatti, Ciccone (Russo dal 85’), Franchi, Lucenti, Bakayoko, Morello, Bortoluz (Manzoni dal 46’), Brero (Mosti dal 65’), Agnelli (Buffonge dal 85’) A disposizione: Ghidotti, Malcore, Roma, Ferrari, Canessa, Sbrissa, Duca. Allenatore: Gianbattista Piacentini.

Ammoniti: Zotti dalla panchina, Bastrini, Carissoni per il Lecco; Panatti, Villa, Bortoluz, Franchi per la Pergolettese.
Espulsi: Nessuno. 

Arbitro: Sig. Nicola Donda (Gradisca d’Isonzo)
Assistenti: Sig. Ivan Catallo (Frosinone) – Sig. Franck Loic Nana Tchato (Aprilia)

Spettatori: 2069.

 

Tommaso Valtolina