BLUCELESTI

Allievi, Pol. Mandello-Lecco: le parole di Lafranconi

In merito al deplorevole ed inaccettabile fatto accaduto Domenica 25 Novembre durante la partita della Categoria Allievi tra Pol. Mandello e Calcio Lecco 1912, che ha avuto grande eco sulla stampa cartacea e on-line di Lecco e Provincia, in qualità di Responsabile del Settore Giovanile bluceleste condanno fermamente quanto accaduto nei confronti di un nostro tesserato.

In quanto non fisicamente presente al momento del fatto non ritengo corretto, vista la gravità dell’accaduto, trarre drastiche e affrettate conclusioni.

In qualità di Responsabile del Settore Giovanile, sto cercando di ricomporre con esattezza quanto accaduto sul terreno di gioco, interpellando e ascoltando le versioni delle parti coinvolte e dei presenti, oltre che i rappresentanti della Polisportiva Mandello, impegnatisi per aiutarmi a ricostruire i fatti nella maniera più dettagliata possibile.

Ritengo che quanto verificatosi sia molto grave e da condannare nella maniera più assoluta, a maggior ragione perchè ha visto il coinvolgimento di un atleta minorenne e di una figura adulta, che dovrebbe essere punto di riferimento oltre che un educatore dei suoi stessi atleti.

Con la presente comunico altresì che la Polisportiva Mandello si è già attivata per chiarire la situazione e per porre le sue scuse al tesserato suo malgrado coinvolto.

Farò il possibile affinché i soggetti coinvolti s’incontrino e dialoghino in maniera pacifica, cercando di trovare una soluzione civile, col fine di riportare la serenità in un ambiente troppo esasperato e carico di tensioni superflue com’è quello del calcio, per preservare il buono di questo sport e, ancor più, per i ragazzi che quotidianamente scendono sui campi da calcio.

Andrea Lafranconi
Responsabile Settore Giovanile
Calcio Lecco 1912 S.r.l.