BLUCELESTI

Como_Lecco

Como – Lecco 0-3: il derby del Lario è bluceleste

COMO – LECCO 0-3
Mangni (L) al 23’; Capogna (L) al 29’ e al 51’

Super prestazione dei blucelesti che vincono il derby del Lario per 3 a 0. Como ammutolito e inerme di fronte a un Lecco cinico e concreto, capace di rendersi sempre pericoloso ogni volta che si faceva vedere dalle parti di Facchin. Capogna sale in cattedra e regala prima l’assist a Mangni e poi firma la sua doppietta personale con la fascia da capitano al braccio. Lui, romano di nascita ma lecchese di adozione. In un’ora fa impazzire Toninelli e Crescenzi che escono dal Sinigaglia con il mal di testa.
Ma la vittoria è del collettivo, dei ragazzi della panchina che entrano e tengono alto il ritmo, concedendo al Como solo una traversa. È la vittoria anche di mister D’Agostino, che a Como nella scorsa stagione ha costruito le fondamenta del Lecco di oggi e quasi un anno dopo entra di diritto nella storia bluceleste. Il cammino è ancora lungo, ma il Lecco quest’oggi merita di essere celebrato.

 

Cronaca primo tempo:

Il ritmo del match stenta a decollare per via dei tatticismi iniziali. La prima occasione arriva sulla testa di Cauz al 10’ che non trova la porta da corner. Non succede molto, ma al 23’ il Lecco passa in vantaggio. Capogna serve al centro un pallone che viene sporcato quel tanto che basta per favorire l’arrivo di Mangni che di testa non sbaglia e sblocca il derby. I padroni di casa accusano il colpo e, infatti, sei minuti più tardi subiscono il raddoppio. Capoferri sulla sinistra trova in area Nesta che fa la sponda per Capogna. Il bomber lecchese in semi-volée supera Facchin per lo 0 a 2 meritato. Lecco cinico e concreto, il Como non ci sta e preferisce buttarla sull’intensità fisica. Inizia a volare qualche colpo proibito e l’arbitro è obbligato a spezzettare il gioco. All’intervallo il risultato è di 0 a 2 Lecco.

 

Cronaca secondo tempo:

Nella ripresa D’Agostino inserisce Purro e Giudici al posto di Cauz e Iocolano e la musica non cambia. I padroni di casa si fanno vedere con un timido colpo di testa di Crescenzi, ma è sempre il Lecco a rendersi pericoloso. Alla prima occasione del secondo tempo Giudici scappa via sulla destra, serve al centro per Capogna che inzucca il 3 a 0 sotto le gambe di Facchin. È festa grossa sulla panchina bluceleste al 51′. Il Como sembra stordito, anche se al 66’ Gabrielloni colpisce clamorosamente la traversa da pochi passi. Il Lecco c’è e quando riparte è immarcabile. Nesta serve al centro per Giudici che fa la sponda per Mangni, Facchin intuisce ed esce a kamikaze su Doudou. Il Lecco amministra e nel finale di gara c’è spazio anche per l’esordio di Kaprof, con il derby che viene vinto dai blucelesti per 3 a 0.

 

TABELLINO

COMO (3-4-2-1): Facchin, Toninelli, Bovolon (Hmaidat dal 58’), Iovine, Terrani (Cicconi dal 46’), Gabrielloni, Gatto, Crescenzi, Bellemo, Arrigoni (Ferrari dal 58’), Dkidak. A disposizione: Zanotti, Celeghin, Soldi, Walker, Agyakwa, Magrini. Allenatore: Marco Banchini.

LECCO (3-4-2-1): Bertinato; Celjak, Marzorati, Cauz (Purro dal 46’); Nesta (Kaprof dall’85’), Marotta, Bolzoni, Capoferri; Iocolano (Giudici dal 46’), Mangni (D’Anna dal 71’); Capogna (Mastroianni dal 58’). A disposizione: Pissardo, Lora, Porru, Merli Sala, Haidara, Moleri, Raggio. Allenatore: Gaetano D’Agostino.

Ammoniti: Cicconi per il Como; Celjak, Marotta, Marzorati per il Lecco.
Espulsi: Nessuno.

Arbitro: Sig. Cristian Cudini (Fermo)
Assistenti: Sig. Paolo Laudato (Taranto) – Sig. Giuseppe Centrone (Molfetta)
IV Ufficiale: Sig. Sajmir Kumara (Verona)